Archive

Posts Tagged ‘mondo’

Stoccolma mon amour

[Cliccare per ingrandire. Un’altra casuale selezione di cose e case tipiche di Stoccolma, della meravigliosa Stoccolma qui: http://www.flickr.com/photos/ezio_bsq/]


dettaglioFinestradettaglioFinestra2bici1
cavallo1

 

Categorie:-, foto, viaggi Tag:,

Politica francese (e non solo)

3 aprile 2007 1 commento

[qui c’era una foto di Ségolène Royal, l’ho tolta. Non mi sembra giusto averti portato fin qui grazie ad una foto peraltro copiaincollata da un altro sito. Me ne scuso. Immagino  che a Google serva qualche giorno per ripulire i suoi link]

Mai e poi mai Ségolène Royal, dicevo fra me e me qualche giorno fa. Piuttosto Sarkozy. Almeno lui sappiamo chi è, cosa pensa, cosa farà.
E’ un’opinione largamente diffusa in Francia.
Basta con questa sinistra charmante! E desolatamente vuota…

Poi, l’altra domenica, un calciatore (un modesto calciatore, una iattura di calciatore) parigino, Jonathan Zebina, alla domanda "chi voterai alle prossime elezioni" ha così risposto: "Sarkozy certamente no, perché non rappresenta certo la Francia meticcia di oggi. (La Royal? Parbleu, no! Credo che non voterò)."

E bravo Zebina (qui ritratto con la maglia della maggica, l’anno dell’ultimo scudetto. Poi ha tradito, ma nessuno, per questo, gli porta rancore)

Categorie:- Tag:

Tipologia edilizia chassidica

23 marzo 2007 8 commenti

Visto che non ho proprio niente da dire segnalo a chi non fosse frequentatore del sito di Repubblica questa simpatica e interessantissima galleria fotografica.

Categorie:-, architetture Tag:,

Fine d’anno

30 dicembre 2006 2 commenti

Saddam è stato impiccato. Ho visto il video. Saddam, il boia e il suo assistente entrano in una specie di cantina. Al centro c’è la botola e la corda. Saddam sembra voglia distogliere il più possibile lo sguardo, ma inevitabilmente finisce col guardare proprio lì, nel fondo del suo inferno.
Il boia, incappucciato, spiega a Saddam Hussein i dettagli tecnici della cosa, come gli sarà messo il cappio intorno al collo, come stringerà sulla carotide e come, in definitiva, la cosa sarà quasi indolore. Una formalità, vedrà presidente, non se ne accorgerà nemmeno. Saddam ascolta e annuisce a capo chino, l’aria distratta e offuscata da una molesta costrizione, come se accanto avesse il noioso segretario che lo stia istruendo sul suo prossimo appuntamento.
Il boia ha terminato la sua lezione (immagino la faccia a tutti gli impiccati, e che non stia riservando un trattamento speciale al suo ex presidente), ora non resta che fasciargli il collo con una sciarpa nera e passargli la corda intorno. Stringere il cappio. Saddam guarda fisso davanti a sé, dignitoso e lontano.
Questo è quello che ho visto.
L’impressione: che abbiano voluto spacciare Saddam Hussein come l’unico dittatore del mondo. Ora, fatto fuori lui, il mondo è salvo.

Categorie:- Tag: