Archivio

Posts Tagged ‘citazioni’

Il futuro delle biblioteche

1 marzo 2011 4 commenti

(secondo Boogie, ovvero secondo Mordecai Richler, ovvero Barney Panofsky)

"L'umanità, con tutta evidenza imperfetta, non ha ancora concluso il ciclo evolutivo. In un prossimo futuro, magari solo per comodità, i genitali dei due sessi saranno al posto oggi occupato dalla testa, e le bevute sempre meno necessarie, le faremo sotto la cintura. Il che consentirà a giovani e meno giovani di incastrarsi a dovere senza preliminari romantici e senza quel defaticante armeggiare con cerniere lampo e bottoni. In altre parole, gli umani saranno in grado di stabilire quello che Forster chiamava “un semplice contatto” aspettando che scatti il verde al semaforo, in coda al supermercato, sulla panca di una sinagoga o di una chiesa. Tanto il brutale fottere quanto il più delicato “fare l’amore” lasceranno il posto alla “capocciata”, e a frasi tipo “Oggi passeggiando per la Fifth Avenue ho incrociato una bona pazzesca, e le ho dato una bella capocciata”.
L’aspetto sorprendente di questa evoluzione culturale è che i luoghi proibiti dove si daranno convegno i peccatori (sbottonandosi la patta o calandosi le mutande per fare due chiacchiere come si deve) non saranno più i bordelli, o casini che dir si voglia, ma le biblioteche, sotto minaccia di chiusura ad opera della Buoncostume letteraria. E la nuova malattia sociale sarà l’intelligenza".

(Mordecai Richler, La versione di Barney. Traduzione di M.Codignola. Adelphi, 2000, p. 221)

Annunci

Colleghe?

"Perché le prostitute che smettono poi diventano tutte perbenino?  E' come se le ambizioni da bibliotecarie che hanno represso per tanto tempo tracimassero tutte insieme."

(David Foster Wallace, Infinite Jest, p. 369)

I libri non sono necessari

"Lo sbaglio che fate voi colleghi della vendita al minuto sta nel voler persuadere i clienti che i libri sono una necessità. Dite loro che sono un lusso. Li compreranno! La gente deve lavorare così duramente in questa vita che teme le cose necessarie. Un uomo seguiterà a portare un vestito finché è logoro, mentre difficilmente si adatterà a fumare un cattivo sigaro".

(Christopher Morley, La libreria stregata, p. 46)

Categorie:-, citazioni Tag:

Opportunismi

"Gli amici intimi e i conoscenti di lunga data provano un'attrazione naturale per le donne che trovano in  casa d'un amico: e cioè per sua nonna, sua madre ,sua sorella,sua figlia, sua zia, sua nipote o sua cugina, quando queste siano ricche; e per sua moglie, sua sorella, sua figlia, sua nipote, sua cugina, la sua amante o la sua cameriera, quando queste siano belle."

(Henry Fielding, Tom Jones, p. 97)

Categorie:-, citazioni Tag:

Tristezza

"Peggio di essere triste è solo quando gli altri sanno che sei triste […] Si addormentava con il cuore ai piedi del letto, come un animale domestico che non faceva parte di lui. E ogni mattina si svegliava con il cuore di nuovo nel forziere della sua gabbia toracica, divenuto un po' più greve, un po' più debole, ma ancora in grado di pompare sangue."

(Jonathan Safran Foer, Ogni cosa è illuminata, p.60)

Categorie:-, citazioni Tag:

Ifici ed efatti

IFICIO – Ificio è quella cosa che ha uno scopo, è stata creata per lo scopo che svolge, e ha attinenza con il mondo. Tutto in un certo modo, è un esempio di ificio.
EFATTO-  Un efatto è un fatto al passato. Per esempio, dopo la distruzione del primo tempio, molti credono che l'esistenza di Dio sia diventata un efatto.
ARTIFICIO – Artificio è quella cosa che è stata arte nella concezione e ificio nella realizzazione. Guardatevi attorno. Gli esempi sono dovunque
ARTEFATTO – Un artefatto è il prodotto di un tentativo riuscito di ricavare una bella cosa senza scopo, senza utilità, di un fatto al tempo passato. Non può mai essere arte, e non può mai essere un fatto…

(Jonathan Safran Foer, Ogni cosa è illuminata, p. 242)

Categorie:-, citazioni Tag:

Gli uomini (secondo Sharon Stone)

19 maggio 2010 1 commento


"
Sono continuamente avvicinata da uomini di vent’anni. Probabilmente sanno che nel mio frigo c'è sempre del cibo e che gli chiederò com'è andata la loro giornata".

(da qui)

Categorie:-, citazioni Tag: