Home > riccardo db > Gli indifferenti, di Alberto Moravia

Gli indifferenti, di Alberto Moravia

Alberto Moravia, Gli indifferenti, 1929

[le letture del martedì di RdB]

Alberto Moravia sulla spiaggia davanti alla sua casa a Sabaudia, 21/10/1977

La crisi della borghesia italiana, si sarebbe detto negli anni Settanta (ma lo si può dire anche oggi).

Mariagrazia, la madre, ha un amante, lo spregevole Leo, che seduce la giovane Carla, figlia di Mariagrazia; l’altro figlio, Michele, assiste, appunto, indifferente. Vengono in mente la battuta di “La Ricotta” che Pier Paolo Pasolini fa pronunciare a Orson Welles (“Che ne pensa della società italiana? Il popolo più analfabeta, la borghesia più ignorante d’Europa) e gli inverni di famiglia in un interno di Luchino Visconti.

È un gran bel romanzo, pubblicato quando Moravia aveva appena ventidue anni e che contribuì a peggiorare il rapporto dello scrittore con il fascismo. È una storia di interni: saloni, ingressi, corridoi, camere da letto, vestiboli. Dominano il bianco e il grigio, in ambienti dove non c’è mai il sole. Moravia descrive le tensioni tra i personaggi creando un’atmosfera quasi da giallo. Il lettore vorrebbe uscire, scappare via, desiderando una scena all’aperto – che non arriva mai – dove i quattro possano sfogare i loro nervi. Tutto si muove lentamente, come se i personaggi, a parte Leo, si muovessero nella bambagia.

Restano indimenticabili alcune scene. La prima notte nella quale Carla va a letto con Leo; Carlo che sogna il processo cui è sottoposto per aver ucciso Leo; Carlo che spara a Leo, ma si dimentica di caricare l’arma. Carlo appartiene a quella categoria dell’”inetto” che domina tanta letteratura italiana tra fine Ottocento e inizio Novecento: si pensi a “Senilità” di Italo Svevo.

Nel 2017 saranno passati 110 anni dalla nascita di Moravia. Iniziamo a celebrarlo rileggendo quella che è probabilmente la sua opera maggiore.

Annunci
Categorie:riccardo db
  1. 2 ottobre 2016 alle 17:00

    Ciao Ezio, adesso però mi serve la recensione di Purity e un post intitolato “Cartoline da Praga”….:-))

    • 2 ottobre 2016 alle 17:14

      Sulle cartoline temo sarà difficile, su Purity sepoffà! (E’ pronto per essere cominciato)

  2. 2 ottobre 2016 alle 17:26

    Non avevo dubbi….:-))

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: