Home > letture, riccardo db > Dora Bruder, di Patrick Modiano

Dora Bruder, di Patrick Modiano

Patrick Modiano, Dora Bruder, 1997

[le letture del martedì, di RdB]

Questo romanzo rientra nella letteratura sull’Olocausto. Intorno al 1990 Modiano trova un giornale del 1941 dove due genitori denunciano la scomparsa a Parigi della figlia, Dora Bruder. A partire da questa ricerca di notizie Modiano inventa la sua storia.

Lo scrittore si muove nelle periferie e negli archivi anagrafici; ritrova i genitori di Dora e ricostruisce la sorte della ragazza. Siamo nella città occupata dai nazisti. È un racconto di nascondigli in istituti religiosi, di collaborazionisti, di retate, di esecuzioni sommarie, di tentativi di fuga, di scarne notizie biografiche sui morti, di uomini che entrano nella resistenza, di destinati a Auschwitz, di sommersi e salvati (belle le pagine sugli scrittori scomparsi durante gli anni di guerra). Modiano registra tutto con il suo stile semplice, quasi cronachistico.

Alessandro Piperno ha di recente scritto che “Con il numero di parole impiegato da Roth per un solo incipit Patrick Modiano avrebbe scritto un paio di romanzi”.  E’ uno dei casi in cui è difficile dire se una frase debba essere considerata un complimento o un insulto per uno scrittore (noi propendiamo per la seconda interpretazione). La parsimonia con la quale Modiano usa le parole, l’assenza di qualsiasi barocchismo, il suo sguardo discreto corrono il rischio di farci presto dimenticare Dora Bruder e la sua storia. Ci rimane una testimonianza importante, non un grande romanzo

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: