Home > letture, riccardo db > Agostino, di Alberto Moravia

Agostino, di Alberto Moravia

Alberto Moravia, Agostino, 1943

[le letture del martedì di RdB]

unnamedL’adolescente borghese Agostino è al mare con la bellissima mamma, vedova. Lei inizia una nuova storia d’amore. Deluso, Agostino incontra una banda di ragazzi del popolo – anticipazione dei Ragazzi di vita di Pasolini – scoprendo, oltre a nuove cose sul sesso, le differenze di classe. Romanzo, come Gli indifferenti, di grande sensibilità, mai volgare. Rileggendolo oggi si apprezza forse più per l’incontro del giovane con la sessualità (si pensi alla disavventura finale al bordello), piuttosto che per l’incontro tra il ricco borghese e i poveri. Straordinaria la scena nella quale, non visto, Agostino osserva la mamma che si spoglia davanti allo specchio, guardandola, per la prima volta, con gli occhi dell’uomo, non più del figlio. Non ricordiamo turbamenti di un tredicenne così ben delineati in un romanzo. Geno Pampaloni parlò, a proposito di Moravia, di un realista utopico. Aggiungeremmo un realista intimo, mai superficiale.

Lo scorso 3 agosto Mario Andreose, sul Sole24Ore, ha ricordato che la rivista americana “Publishers Weekly” ha segnalato Agostino tra i libri per l’estate, mentre la “New York Review of Books” ne ha pubblicato una nuova traduzione in inglese. Come dar torto agli americani?

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: