Home > cinema e film > Che strano chiamarsi Federico, di Ettore Scola

Che strano chiamarsi Federico, di Ettore Scola

La storia di un rapporto. Quello fra Ettore Scola e Federico Fellini. Rapporto di amicizia, di più, di fratellanza. Quella fratellanza intellettuale, spirituale, goliardica, professionale, di una profondità contraffatta dall’ironia, che riscatta la paura e dà appoggio e giustifica le proprie debolezze. Questo è in sintesi “Che strano chiamarsi Federico” (è un verso di una poesia di Federico Garcia Lorca). Non un “ritratto” di Fellini, e nemmeno un’autocelebrazione. Piuttosto sembra che Scola abbia voluto onorare un debito.

Unico sopravvissuto di quella generazione fantastica, cresciuta nelle stanze fumose del Marc’Aurelio, rivista satirica dove si sono fatti le ossa Marcello Marchesi, Ruggero Maccari, Giovanni Mosca, Steno, Age e Scarpelli, senza contare i registi (Rossellini e Monicelli su tutti) e gli attori compagni di strada (Gassman e Sordi, e prima ancora Totò), Ettore Scola ha voluto rendere omaggio prima che al Maestro, a un modo di essere e di vivere.

Il cinema italiano si ricostruì dalle macerie del post-fascismo facendo della Comunità il luogo d’elezione del processo creativo. Il Gruppo, l’Amicizia, la condivisione di valori, idee, progetti, passioni, donne, politica, ha portato sia sul fronte del neorealismo drammatico sia su quello della commedia a risultati che probabilmente non si sarebbero potuti ottenere attraverso un approccio individualistico ed elitario. Questo almeno è quanto dichiarano gli stessi protagonisti (ne posso portare diretta testimonianza, avendo avuto la fortuna di seguire per due anni i corsi di sceneggiatura di Furio Scarpelli al Centro sperimentale di cinematografia), e che questo film suggerisce in modo convincente.

[Continua la lettura su News-art.it]

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: