Home > letture, riccardo db > Sillabario n.1, di Goffredo Parise

Sillabario n.1, di Goffredo Parise

Goffredo Parise, Sillabario n. 1, 1972

[le letture del martedì, di RdB] 

parise03Ogni parola è centellinata in questi famosi racconti di Parise. Gli aggettivi sono ridotti al minimo. Non è solo un ossequio ai consigli dei manuali di scrittura. I sillabari sono un dizionario dei sentimenti e delle situazioni in cui uomini e donne sono coinvolti, dalla A alla F in questo volume, e riportano definizioni dove c’è poco posto per gli aggettivi. La scrittura è asettica. I paesaggi sono soprattutto quelli del Nord; fa freddo, piove, c’è la nebbia.

Si resta colpiti dalla precisione del linguaggio di Parise ma passati alcuni mesi ricorderete poco dei suoi personaggi. Vi succede così anche per i racconti, per fare pochi esempi, di Calvino, Salinger, Carver, Flaubert, Maupassant, Tolstoj?

A difesa di Parise va detto che racconti di cinque-sei pagine (in media) mal si prestano a scolpire personaggi e storie indimenticabili. Rimangono, così, soprattutto esercizi di stile. Come dice una cara amica, il minimalismo può essere una trappola.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 23 aprile 2013 alle 09:03

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: