Home > a fari spenti > Femminicidi. Una postilla

Femminicidi. Una postilla

Dopo l’articolo sui femminicidi, ne ho scritto subito un altro, di getto, come postilla al precedente. L’ho lasciato lì, nel limbo delle Bozze, per alcuni giorni. Mi sembrava affrontasse un argomento troppo pesante e ingombrante per poter essere affrontato su un blog dove  si parla di libri, di film e varia umanità (un tempo si parlava di tante cose, ma da qualche mese non riesco più a tenerlo aggiornato come vorrei). Un argomento, aggiungerei, a limite tra l’esistenziale e il banale. Difficile mantenere l’equilibrio.

Leggendo domenica su Repubblica la bella intervista di Conchita De Gregorio a Vicente Del Bosque, l’allenatore della Nazionale di calcio spagnola, ho pensato di riesumarlo.

A un certo punto Del Bosque dice: “in generale nessuno nasce per fare il male. Tutti nasciamo con l’intenzione di fare il bene”. Paro le semplici, chiare, espressione di una cultura non sofisticata, cui sarebbe bello poter dire: ma certo, è così.

Parole che derivano dalla tradizione cristiana, e fatte proprie senza farsi tanti problemi.

Avevo chiuso il pezzo sui femminicidi  chiedendomi “di quale mistura potenzialmente deflagrante sia composta la chimica dell’amore, sin dal principio.
Da credente, sebbene parecchio afflitto da esempi e manifestazioni dell’essere umano non propriamente incoraggianti nell’ottica di un saldo mantenimento di alcuni principi fondativi (che mi piacerebbe tanto non mettere in discussione), ho dovuto farmi la domanda: e l’immagine di Dio che sarebbe in ognuno di noi? (fatti a Sua immagine…)

Dio, lo sanno tutti, è Amore. Noi che siamo come Dio, siamo costituiti per amare come Dio ha amato noi.
Nel mondo reale, non c’è bisogno di essere dei geni per accorgersene, raramente è così.
Non importa, dice la dottrina della Chiesa. Quello che conta è che dentro di noi abbiamo la potenzialità di amare veramente (e come si ama veramente? E chi non ama veramente, non ama?)

Il fatto è che la promessa di essere come Dio è facilmente soggetta a essere confutata (e Hitler? le guerre? la pedofilia? i femminicidi, per l’appunto? ma non solo: e ogni piccola o grande debolezza? ogni piccola o grande deviazione? e i dubbi? la paura? il desiderio?).
Ma è un errore partire dall’osservazione della realtà, immagino dica ancora la dottrina. Bisogna partire dalla Verità. E se la Verità è che Dio è amore, e che Dio ci ha fatti a Sua immagine, noi siamo costituiti con l’impasto di Dio, cioè con l’amore. Punto. Non si può confutare la Verità partendo dalle manifestazioni che la contraddicono, anche perché se si parte dalle manifestazioni ne troveremmo altre che a loro volta contraddicono le prime, e non se ne esce più.

Per uno spirito libero questi sono sofismi duri da digerire. Per chi crede possono  diventare aporie da lasciare storditi (a meno di avere la grazia di non avere alcun dubbio al riguardo). E’ certo che per essere come Dio bisogna attivare un processo ottativo (ci voglio credere, ci credo), e  anche questo è duro da digerire. Insomma, se Dio avesse voluto che fossimo come lui non poteva essere un pochino più preciso?
No, perché se ci avesse privato della libertà non sarebbe stato Dio (per chi non crede, mi rendo conto, è tutto molto più facile: basta seguire la rotta della propria etica individuale e scrollare le spalle davanti a tutti questi dubbi). E’ proprio la libertà che Dio ha concesso all’uomo di essere come Dio o di non esserlo, è la prova del fatto che siamo come Dio.

La convivenza certa, al di là di ogni ragionevole dubbio, in ogni uomo o donna dell’amore oblativo e dell’amore-morte (comunque risolto: anche il troppo amore non è amore) lascia alquanto perplessi. E soli.
Annunci
Categorie:a fari spenti
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: