Home > -, letture, riccardo db > Accabadora, di M. Murgia

Accabadora, di M. Murgia

Michela Murgia, Accabadora, 2009

 [Le letture del martedì di RdB]

Questo romanzo si misura con la morte e lo fa in maniera insolita per la letteratura italiana contemporanea, rimandando a riferimenti alti. Il primo è “La morte di Ivan Illic” di Tolstoj, dominato dal desiderio dei familiari che una lunga malattia di un congiunto finisca presto. Il secondo è “Casa d’altri” di D’Arzo, dove, in un ambiente dominato dal cattolicesimo, si commette qualcosa che questa religione non può giustificare.

In “Accabadora”, Maria, quarta figlia di madre vedova, diventa fillus de anima di Bonaria Urrai, donna ormai matura che ha perso il fidanzato nella Grande guerra. Bonaria nasconde un segreto, che sarà il filo conduttore della storia. La Murgia ricostruisce la Sardegna contadina degli anni cinquanta, la sua crudeltà, l’omertà, l’assenza di giustizia, perché le uniche regole sono quelle che la comunità si è data da secoli. Tra gli individui scattano meccanismi antichi, inellutabili, come in “Tre croci” di Tozzi, perché il mondo contadino è così e non può cambiare. La Murgia guarda ai volti degli individui, alle cose non dette, agli sguardi che dicono tutto, mischiando introspezione e ricostruzione minuziosa delle cose della tradizione sarda: come si lavora la terra, come si cucina, come si arreda una casa, come si educano i bambini, come ci si sposa, come ci si sfida tra famiglie. Soprattutto, come si  muore: qui sta l’originalità e la grandezza del testo. Uno dei migliori romanzi usciti in Italia negli ultimi anni.

Annunci
Categorie:-, letture, riccardo db
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: