Home > -, letture, riccardo db > I promessi sposi, di Alessandro Manzoni

I promessi sposi, di Alessandro Manzoni

Alessandro Manzoni, I promessi sposi, 1840
[le letture di Riccardo DB]

All’inizio sembra un western. Ci sono i cattivi, Don Rodrigo e i bravi, e i buoni, Renzo e Lucia. I cattivi vogliono far fuori i buoni. I buoni scappano e i cattivi li inseguono. Con i tempi che corrono, non si capisce bene che cosa di male abbia fatto la monaca di Monza, ma in compenso i tumulti del pane a Milano sono ben descritti, insieme alla fregatura che rimedia Renzo. Straordinaria la descrizione iniziale delle montagne dove vive l’Innominato, con la paura che assale il lettore. Poi, a un certo punto, tutto cambia. L’Innominato diventa buono, una vera delusione, per di più poco credibile. I buoni, Renzo e Lucia, non devono più scappare, perché sono ormai al sicuro.
Fine del western. L’unico pericolo è la peste; la scena del lazzaretto fa il paio con quella della rivolta del pane. La provvidenza pensa a tutto: ammazza Don Rodrigo, risparmia Renzo, Lucia, Don Abbondio, l’Innominato, Agnese. L’unica perdita è Fra Cristoforo.
E vissero a lungo, felici e contenti.

Annunci
Categorie:-, letture, riccardo db Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: