Home > letture, riccardo db > L’asino d’oro, Apuleio

L’asino d’oro, Apuleio

Apuleio, L’asino d’oro (II sec. dopo Cristo)
(le letture di Riccardo DB)

Una favola, con dentro un’altra favola, e poi ancora un’altra e un’altra ancora …. Il primo pettegolo del mondo, con mogli che tradiscono, mariti sempre cornuti, vendette tremende, supplizi inimmaginabili, briganti e ladri, in città, in campagna, nei boschi, sui monti, in case povere, ricchi palazzi, tra stalle, mulini, recinti, caverne. Tanti processi, con gli immancabili magistrati, i testimoni, spesso bugiardi, le giurie, i colpi di scena.
Lucio viene trasformato in asino per colpa della sua amante Fotide, che sbaglia pomata, un incipit straordinario. Da allora gliene accadono di tutti i colori, prendendo tante legnate e scampando per un pelo a pene capitali. C’è però tutto il tempo di regalarci la favola di Amore e Psiche, con una Venere mamma cattivissima, che punisce Psiche per averle portato via, per un po’ di tempo, il bel figliolo. Non si dimenticano gli amori tra Psiche e il suo amante invisibile e le trappole tesele da Venere, dalle quali si salva per amicizia degli dei.

Un mondo ancora precristiano, con gli dei che litigano da matti e tante divinità, spesso minori (ad esempio, Siria). Tanta magia, con pozioni, veleni, incantesimi, fantasmi, spettri, sogni, vecchie megere, streghe, mariti e mogli ormai morti che appaiono nel sonno al fu consorte per svelare i nomi degli assassini. Tanti animali, tutti ferocissimi, in cattività o liberi di ammazzare: cani, cinghiali, lupi, e quelli che colpiscono di più, gli orsi, selvaggi o già addomesticati, come al circo.
(sembra veramente non entrarci per niente l’undicesimo e ultimo capitolo, tutto religioso e metafisico, con la descrizione di processioni e riti che perdono lo stile barocco e verista dei primi dieci capitoli, raccontandoci come Lucio ringrazi le divinità per averla, alla fine, scampata bella).

Annunci
Categorie:letture, riccardo db Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: