Home > -, cinema e film > Corto cinese

Corto cinese

Poi siamo andati a prenderci una pizza nella rosticceria cinese, lì vicino all’Alphaville, al PIgneto.
Sopra il bancone delle pizze e dei supplì c’era il televisore appollaiato all’angolo proprio sotto il soffitto. C’erano due che parlavano e ridevano in cinese. Ho pensato che fosse sintonizzato su Canale 5 e che fosse Striscia la notizia e aspettavo il punto in cui sarebbero arrivate le risate fuori campo a seguito di un commento di E.Greggio, ma poi le risate non arrivavano mai, e nemmeno il commento di E. Greggio, né della Hunziker né di Iachetti, ma anzi quei due continuavano a parlare in cinese e forse non c’era proprio niente da ridere, perché poi ho capito, quasi subito, che era la televisione cinese, quella che i due cinesi proprietari dellarosticeria stavano guardando, la CCTV.
Era una specie di telegiornale, o una roba di approfondimento, perché subito dopo si è visto un distinto signore cinese parlare al microfono di una sala molto grande, molto gremita di pubblico, che si è capito subito essere nientemeno che la Cambridge University. Oggi ho scoperto che era il presidente del consiglio cinese, e che qualcuno gli ha anche tirato una scarpa, per non farlo sentire meno importante di G.W.Bush, ricordate? l’ex presidente. Ma né la televisione inglese né, tantomeno, quella cinese hanno mostrato la rimarchevole impresa.
In ogni modo, le immagini dell’intervento del primo ministro cinese alla Cambridge University saranno durate tipo dieci minuti, tutto il tempo che abbiamo passato lì ad aspettare che la pizza fosse pronta.
Appena tirata fuori dal forno elettrico, la ragazza che serviva al bancone ha cambiato canale, perché stava cominciando il film su Italia Uno.

Le prove del corto erano nel frattempo erano saltate: due attori su tre non si sono presentati. Non è il modo migliore per cominciare.
In conpenso ho potuto vedere le imamgini dei sopralluoghi che FF, il regista, aveva girato qualche giorno fa vicino il Terminillo, in montagna. Belle immagini. Ancora non ci siamo, seondo me, ma non disperiamo.

C’era l’attrice, che dovrà recitare la parte di una ragazza russa. Per fortuna deve pronunicare solo poche battute, perché ha paura di non saper rendere l’accento. Non è un’attrice professionista e so bene che lì ci giochiamo parecchio della già scarsa crediblità.

Poco prima di uscire per andare a prendere le pizze al taglio (margherita, con le salsicce, con le patate) non so a chi è venuto in mene il nome di un attore. Ma non posso dire altro. Chissà. Sarebbe un bel colpo.

C’era un vento caldo e umido furioso, ieri sera al Pigneto. FF è partito per la Calabria. Tornerà fra dieci giorni.
Il titolo. Dimenticavo: Cher. Poi un giorno vi spiegherò perché.

Annunci
Categorie:-, cinema e film Tag:,
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: