Home > italia, politica, universita > Alta tensione

Alta tensione

Si può parlare di foibe all’università? direi proprio di sì.
E’ titolata a parlarne Forza nuova? direi proprio di no.
E così succede che se si attaccano manifesti di protesta, qualcun altro arriva armato di spranghe e coltelli e così qualcuno finisce in ospedale.

(ho lisciato di poco l’assalto. Ho visto: la macchina degli aggressori, una Hyundai Matrix, con il lunotto posteriore in frantumi  – senza targa di dietro – privacy? però c’era quella davanti…-  una sedia rotta, un barattolo di colla e manifesti guardati a vista da una poliziotta, un fotografo del Messaggero che ha potuto fotografare ogni cosa eccetto i manifesti arrotolati, poliziotti in borghese e non – una cifra – studenti che discutevano su come erano andati i fatti, ambulanti che hanno creduto bene squagliarsela).

Dopo che i poliziotti hanno interdetto l’area srotolando il nastro adesivo bianco e rosso, un vecchio si è avvicinato ad una poliziotta dal grazioso cappellino chiedendo spiegazioni. Ma gli auti? dove lo posso anna a prende? Vada alla fermata precedente, di qui non passano. Ma che è successo? Niente, hanno chiuso la strada, niente di particolare.

Intanto il vento di scirocco disperdeva lungo il marciapiede i piccoli manifesti accartocciati per terra.

Annunci
Categorie:italia, politica, universita
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: