Home > -, testi > Zanzibar

Zanzibar

Nel 1991 mio padre mi mandò a Zanzibar dove possedeva un terreno, sul quale aveva intenzione di costruire qulacosa che non ricordo. Il mio compito era quello di "sorvegliare la situazione". Il che mi garantiva un discreto margine di ore su cui poter contare per dedicarmi alla più assoluta nullafacenza.

Al di là di infinite nuotate nelle tiepide acque della barriera corallina, e di una complessa gestione degli affari sentimentali (e affini) in efffetti non avevo nulla da fare.
Così un giorno, visto che la noia stava diventando insopportabile, proposi a Andrea, un medico italiano che lavorava nell’ospedale locale, di fare un giro a Dubai.

Non so perché scegliemmo proprio Dubai, che era lontano due o tre ore di aereo.

Arrivati lì ci accorgemmo che a Dubai c’era da fare ancora meno che a Zanzibar. Girovagando per le spiagge della costa degli emirati ci imbattemo in un tale che, dopo brevi convenevoli, durati uno o due minuti,  ci propose un affare.
Ci condusse al porto e ci mostrò due carrette di legno che chiamare "barche" era forse troppo, ma che comunque avevano l’aria di saper ancora galleggiare.
"Cento dollari per una". Ci disse.
Accettammo senza pensarci su neanche un secondo.
Ora, felici proprietari di due barche di legno, si trattava di farle arrivare a Zanzibar.
Il viaggio non fu né breve né facile, almeno per i due marinai che lo dovettero fare, visto che io e Andrea lo facemmo comodamente seduti in aereo.

Quando le due imbarcazioni arrivarono a Zanzibar ci guardammo in faccia, senza parlare (non ci si parla mai guardandosi negli occhi, a Zanzibar) e decidemmo di farne restaurare una.
Dopo nemmeno un mese la barca era pronta.
La portavamo ogni mattina al largo della barriera corallina e ci ci passavamo le ore a giocare a tressette.

Annunci
Categorie:-, testi Tag:
  1. utente anonimo
    27 febbraio 2007 alle 14:42

    Ciao ero in giro qui nella piattaforma splinder e mi son fermato qui a bere qualcosa, e sicuramente tornerò, il mio spazio è altrove http://ravomycine.spazioblog.it se vuoi passa da me e identificati cosi so chi sei….

    Un Saluto RAV

  2. 27 febbraio 2007 alle 16:49

    Una vita da non morire mai…

  3. utente anonimo
    28 febbraio 2007 alle 12:05

    Oggi quelle barche avresti potuto comprarle su EBay, pensa.

    Bandini

  4. bsq
    28 febbraio 2007 alle 12:41

    Bandini, a te lo posso confessare: chi ci ha mai messo piede, a Zanzibar?
    e.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: