Home > -, discorsi > Buona fine buon principio

Buona fine buon principio

(Vecchia saggezza popolare…)

bitorzoluto-2 Non potevo terminare l’anno con la tragica vicenda del dittatore impiccato.
Mi piace terminare condividendo con voi, e in particolare con qualcuno di voi che immagino apprezzare particolarmente questo raffinato gusto di impronta squisitamente neo-post-qualcosa, il delicato oggetto che ci è stato donato credo con le migliori intenzioni.
Sapete, fra i pochi vantaggi di avere un medico di famiglia in casa (e fra questi non c’è quello di essere da lui/lei curati quando ve ne sia bisogno) c’è quello di essere inondati per Natale da oggettini di ogni razza e qualità, come questa meravigliosa candela, che chiaramente allude a certe escrescenze seborroiche acute drammaticamente irrorate da vasi sanguigni che hanno dato in escandescenza.
La candela bitorzoluta è andata a popolare immediatamente  "l’armadio delle cose bitorzolute", inaugurato per l’occasione (essendone infatti la prima).

oggetto-2Se le candele e gli oggetti in genere bitorzoluti non fanno per voi,  ecco qui alla vostra destra un oggetto in argento che ha suscitato per alcuni minuti la nostra curiosità terra-terra. banalmente orientata ad una visione funzionalistica della realtà.
A che c….serve? (non vogliamo essere scurrili o semplicemente crudamente realisti l’ultimo dell’anno) ci siamo infatti domandati sgomenti.

Escluso si trattasse dell’antesignano ottocentesco della paletta per raccogliere la pu-pu dei cani; escluso si potesse trattare di un porta bottiglia (anche se dalla foto non si capisce le dimensioni sono infatti non più grandi di una formaggera), abbiamo infine intuito (grazie alla presenza di un cucchiaino che la accompagna) trattarsi di una zuccheriera.
Ma la cosa singolare è l’apertura sul lato destro e la maniglia su quello opposto. Tenendo infatti l’oggetto per questa maniglia esso scivolerà dolcemente sul suo asse,  talmente decentrato da causare l’immediata apertura della botola e permettere la immediata fuoriuscita di qualsiasi cosa voi vi abbiate messo dentro. Immaginate l’effetto sulla tazza dell’ambasciatore che avete invitato per il thè delle cinque.

That’s all falks, direi. Vado a Narni (alla faccia di Ennio!)
Buon anno a tutti voi, o miei happy few (non so quanto happy – me lo auguro per voi, sicuramente few).

Annunci
Categorie:-, discorsi Tag:
  1. 2 gennaio 2007 alle 04:26

    Tu a Narni, io a Kyoto. Buon anno.

  2. 2 gennaio 2007 alle 04:29

    Ah, comunque: ma quale zuccheriera? Si tratta evidentemente del componente di un’armatura fallica (direi grosso modo XVII secolo).

  3. 2 gennaio 2007 alle 09:04

    Come si dice…a caval donato…Si tratta, in entrambi i casi, di oggetti carichi di significato simbolico. La candela, rimanda ad un pianeta in continua polluzione…o a quelle palle tattili che ti danno dopo che hai subito qualche accidente ad una mano…L’altro oggetto, decisamente più inquietante, sembra un portabottiglie da barca…di quelli che oscillano sempre, anche nella malaugurata ipotesi che il natante scappotti. Va da se che in tali circostanze, la prima cosa cui pensare è servirsi un buon bicchiere di porto (perdona il sottile gioco di parole), e fottersene, in modo zen, di tutto il resto. Auguri, di nuovo.

  4. bsq
    2 gennaio 2007 alle 12:09

    Ennio, dunque potrei utilizzarlo quale involucro corazzato per lo spirto guerrier ch’entro mi rugge… Ma a quali scopi? di controllo della natalità, o a fini coercitivi?

  5. 3 gennaio 2007 alle 08:27

    Credo funga da implementatore del piacere altrui. O altrei. Fammi sapere.

  6. 14 marzo 2007 alle 00:14

    Omaggio a Bon Jovi

    Sarà il giornalista Antonello de Pierro, direttore di Italymedia.it e noto conduttore radiofonico di Radio Roma a presentare sabato 17 marzo 2007 presso Stazione Birra a Morena (Roma) alle ore 22.00, con l’esibizione degli Shock Rock Band: http://www.shockrockband.com (official italian Bon Jovi Tribute), il Bon Jovi celebration, per festeggiare insieme a tutti i fans + di 20 anni di carriera della straordinaria band americana che ancora richiama migliaia di persone sugli spalti provocando emozioni Il gruppo piacentino chiama a raccolta tutti i fans del cowboy del New Jersey per una serata tributo, evento unico nel suo genere per unire i supporter bonjoviani della capitale e di tutta Italia. Il locale, rinomato palcoscenico romano x live performance, verra’ allestito a tema e dedicherà l’intera serata live al Bon Jovi Celebration, in attesa del nuovo album previsto per la primavera, seguira’ discoteca per coloro che vorranno trattenersi. Consigliato look country e tanto entusiasmo e partecipazione!!

    costo del biglietto € 5,00 compresa consumazione e proseguimento della serata.

    per prenotare la propria partecipazione scrivere a : bonjovicelebration@gmail.com oppure chiamare al 3343861171.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: