Home > -, no comment > Sindrome di Susac

Sindrome di Susac

Avete presente, no?
Come no? ne parla Repubblica.it. (una tizia inglese crede di essere francese, parla francese, mangia croissant e invita gli amici a Parigi, o in Viet-Nam, dipende dalle giornate, anche se lei non si muove da Bristol).
Del resto anche io conosco un caso di Sindrome di Susac. Un tale che crede di essere giapponese, di vivere a Osaka, e di andare a feste a tema scegliendo, come tema, Latina.

(la stranezza è che se cercate su Google – vi risparmio il link, se non conoscete Susac almeno Google dovreste averlo sentito dire – non sembra che Susac c’entri niente con quello di cui riferisce Repubblica. Ma se lo dice Repubblica.it deve essere vero. Dice l’articolo che ci sono solo 200 casi al mondo, e si tratta per lo più di donne)

(quel tale pensa anche di essere Ennio, e di vivere a Terni, il che ci permette di classificare il suo come il primo e fin ora unico caso conosciuto di sindrome di Susac al quadrato – roba che nemmeno il dottor House).

Annunci
Categorie:-, no comment Tag:
  1. 14 dicembre 2006 alle 16:01

    Ho riso molto. Saluti da Pyongyang (LT).

  2. 14 dicembre 2006 alle 19:59

    a costo di fare il rompipalle tignosetto (cosa che a volte, se ispirato, mi riesce anche molto bene), mi corre l’obbligo di scomodare un precedente letterario illustre per questa teoria di Susac. Niente facili giochi di parole per la quasi omonima valle riluttante a farsi transitare da treni veloci, no. Trattasi di un fantastico (nel senso letterale del termine) racconto di tal Cortazar Julius, edito su una raccolta chiamata Bestiario (dovrebbe essere il primo o il secondo). La cosa che manda ancora più ai matti (rispetto a quella menzionata dal post e da La Repubblica) è che è come assistere ad un salto doppio con avvitamento carpiato. Nel racconto, vado a braccio, le “soggette” sono due. Una vive a Baires, l’altra a Bucarest o dintorni. Inutile dire che faranno cortocircuito, ma…forse è meglio che ve lo leggiate. Tempo speso benissimo. Buonasera.

    PS. concordo sostanzialmente sulla validità dell’accostamento fra l’uomo di terni-osaka e la predetta. 🙂

  3. 15 dicembre 2006 alle 12:34

    anch’io sono malata.
    vivo in un posto e penso di essere ad un chilometro di distanza.
    la cosa mi disturba soprattutto per i parcheggi.

  4. 15 dicembre 2006 alle 12:35

    il sondaggio è sbagliato, quindi.
    siamo 201.

  5. bsq
    15 dicembre 2006 alle 13:35

    Amelia201, allora avresti meno problemi se anziché da Zorro ti conciassi da ElastiGirl.
    Sono certo che Ennio (vista anche l’incredibile somiglianza) ti farebbe da Mr. Incredible.
    e.

  6. 16 dicembre 2006 alle 17:07

    Stai insinuando che sono biondo?

  7. bsq
    17 dicembre 2006 alle 19:31

    Mesciato?

  8. 18 dicembre 2006 alle 08:26

    E che ho le spalle tre volte più larghe del bacino?

  9. utente anonimo
    21 giugno 2009 alle 14:08

    Anch’io ho la sindrome di susac da circa un anno però a me ha danneggiato l’udito. Katia.

  10. utente anonimo
    29 luglio 2009 alle 20:59

    anch’io ho sindrome di susac e mi ha colpito gli occhi, l’udito e gli arti della parte destra.

    Laura

  11. utente anonimo
    19 settembre 2009 alle 09:56

    Per Katia e Laura, vorrei scambiare un po’ di cose con voi, anch’io sono a conoscenza di un caso di Sindrome di Susac e vorrei paragonarlo con voi.

  12. 20 novembre 2010 alle 09:41

    ciao a tutti sono anch'io affetta dalla sindrome di susac da gennaio 2010 e mi piacerebbe parlare con voi per confrontare le cure ed i postumi di questa malattia che sembra non essere conosciuta da molti…cinzia

  13. utente anonimo
    17 marzo 2011 alle 00:39

    Salve,
    scrivo per conto di mia madre alla quale hanno diagnostico a Gennaio 2010 la sindrome di Susac.
    Abbiamo provato ad intraprendere varie strade ma nessuno sembra conoscere bene tale malattia, la cura è la stessa che leggo in rete ma persino i dottori sembrano non sapere bene come procedere: ho avuto personalmente anche l’occasione di andare a Milano all’Istituto Neurologico C.Besta.
    Mia madre più o meno ha gli stessi sintomi: perdita di memoria, problemi motori e problemi all’udito.
    Ci farebbe molto piacere poter parlare con chi (purtroppo!) ha la stessa malattia, anche per un semplice confronto, nulla di invasivo.
    Lascio la mia email: katysomedy@libero.it  
    E' una cosa piuttosto seria!
    Grazie. Katy.

  14. 23 settembre 2011 alle 10:59

    Salve, mi hanno riscontrato la SS nel 2007 dopo 1 anno di ricoveri inutili nel reparto di neurologia della mia citta .Per puro caso ho conoscito il Proff. SALVI di BOLOGNA (un genio della scienza medica) il quale mi ha messo in cura dal Proff. Salvarani di Reggio Emilia (altro genio). Ad oggi le cure sono diminuite radicalmenteo in funzione del fatto che la Sindrome di Susac è carattericzzata dalla stabilizzazione dell'ipocusia, vista e lesioni celebrali (triade). Lascio la mail per condividere e discutere aspetti relativi alla patologia. capida67@gmail.com
    Comunque secondo me se non sia hanno lesioni celebrali, perdita d'udito e perdita alla vista NON si è affetti da SS ma da altre patologie
    Ciao e in bocca al lupo
     

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: