Home > varie > Pesci rossi

Pesci rossi

Qualcuno sa quanto stanno i pesci rossi senza mangiare? Ce ne hanno regalati due. Uno grande, l’altro piccolo, gli manca pure una pinna, come Nemo (no, lui ce l’aveva atrofizzata). Io però li voglio chiamare Timon e Pumbaa.

Non so niente di pesci rossi. Da piccolo spesso ho avuto in casa dei pesci rossi. Solo una volta li abbiamo trovati tarantolati sul pavimento della cucina. Di solito finivano nel laghetto di Villa Borghese, alla vigilia delle vacanze. Una volta mia madre ne ha buttato uno nel cesso e ha tirato l’acqua. Io ho asssitito all’operazione del tutto indifferente.

Annunci
Categorie:varie
  1. 2 maggio 2006 alle 08:57

    Ecco a chi mi devo rivolgere. L’altro giorno è sbucato un alligatore dalla tazza del mio bagno !!!

  2. 4 maggio 2006 alle 11:35

    Cletus, anche il tuo era bianco?
    8)
    Bsq, io credo che i pesci rossi temano mooolto di più un’indigestione.
    Cibali bene per qualche giorno: dagli, per ogni pesce, il mangime che prendi tra l’indice e il pollice.
    Davvero, stai attento a non esagerare e se vedi che dopo il primo giorno rimangono degli avanzi, il giorno dopo dagliene un po’ di meno.
    Poi possono stare tranquillamente a digiuno per una settimana, se sono sani.
    Tra l’altro così l’acqua non si sporcherà troppo neanche se farà caldo.
    Cambia comunque l’acqua il giorno che parti, se non sono in un acquario.
    Quando torni, i primi giorni, dagli una dose scarsa, in modo che si riabituino gradualmente.
    Io credo, da bambina, di averli lasciati a digiuno anche più dieci giorni.
    Non so se sia stata solo fortuna, ma al ritorno erano vispi e felici.
    Buon viaggio?
    8)

  3. bsq
    6 maggio 2006 alle 11:58

    Grazie dei presiosissimi consigli.
    Nel frattempo ne avevo ricevuti anceh dal pescivendolo dove ho provveduto ad acquistare un simil-acquario. La dose del mangime consigliatami è quella che i pesci divorano in dieci secondi. Non una scaglietta di più.
    I primi due giorni il piccolo (Timon) mangiava più volentieri del grosso (Pumbaa). Ora è il contrario, tanto che Timon rischia di rimanere privo di mangime. Che fare? Come faccio a dirgli di mangiare separatamente?
    Ezio

  4. 7 maggio 2006 alle 20:23

    prendi Timon e lo sbatti in un vaso di nutella king-size. Vedrai, si incazzerà come una biscia, al momento, ma non appena capirà che tale bieco espediente gli consente di alimentarsi in pace, te ne sarà grato, in un qualche modo.
    L’altro, rimasto solo, avrà il tempo e il modo di sbaffare quanto crede.
    ps. ovvio che la soluzione appena prospettata comporta la soppressione della partenza 🙂

  5. 7 maggio 2006 alle 20:24

    intempestiva, te l’immagini un alligatore albino ? Io si, e mi sa che lo ficco in qualche racconto, ecco !

  6. bsq
    7 maggio 2006 alle 21:00

    Cletus,
    Timon ci ha lasciati stamattina.

  7. 9 maggio 2006 alle 19:12

    Io ho sempre preferito i pescibanana ai pesci rossi, comunque a parte il doloroso pensiero alla buonanima di Timon, ti consiglio di non cambiare mai l’acqua alla vaschetta in cui li tieni con i pesci dentro; di non far scorrere troppo l’acqua perché si raffredda troppo; di non lasciare mai mio fratello in loro compagnia perché tende a vivisezionarli; e di non prenderli in mano perché se guizzano via, recuperarli prima che schiattino, è difficile.
    Fidati. Ne abbiamo persi a decine qui.

  8. bsq
    9 maggio 2006 alle 21:30

    Grazie Seia. La faccenda dell’acqua mi era già chiara. Ora il problema è dargli una compagna, o un compagno.
    Chi sa dirmi da cosa si capisce il sesso del mio pesce rosso, posto che sia possibile farlo, s’intende.
    Piuttosto. Dai suoi movimenti inconsulti risulta evidente che Pumbaa abbia il desiderio di evadere dalla sua vaschetta.
    Ma per andare dove?

  9. utente anonimo
    10 maggio 2006 alle 10:21

    i miei pesci rossi, nella vasca in cortile, come sai, sembrano non voler morire mai. Il grande l’ho trovato gia’ li’ 10 anni fa, il piccolo, comprato quando e’ morto il compagno del grande, ha 4 o 5 anni, piu’ o meno. Credo dipenda dal fatto che la vasca e’ molto grande, con sassi e vegetazione, e esposta alle intemperie. Il mangime glielo do’ solo in estate e neanche tutti i giorni. Ma si e’ creato una sorta di ecosistema.
    Compra una vasca piu’ grande a Plumbaa, rettangolare, che in quelle tonde i pesci impazziscono, e mettici dentro un po’ di cose da acquario. Poi gli comprerei anche un nuovo compagno, che deve essere noioso assai altrimenti stare li’ … non mi stupisce che voglia evadere …. ciao, L.

  10. bsq
    10 maggio 2006 alle 11:42

    l’acquario è già parallelepipedo.
    Mi ero posto il problema di riempirlo di sassi, piante, vegetazione, ma come faccio, visto che devo svuotarlo ogni due giorni?? Non ha un ricambio d’acqua automatico. Forse dovrei incollare gli elementi decorativi, ma temo che l’attack si squagli o comunque sia tossico. Poi quello muore e io ho speso i soldi a matula.

    Il compagno (o compagna) sì, ci avevo pensato. Già ora mi sembra piuttosto schizzato.
    (Pumbaa, non Plumbaa, sai, i pesci rossi sono assai suscettibili…)

  11. utente anonimo
    14 aprile 2009 alle 11:23

    ho un problema con il mio pesciolino…….stamattina lavando la sua bocci mi sono accorta che c’erano tantissime “palline” minuscole trasparenti-rossicce, tipo uova, attattaccate sul fondo….osa sarà mai???

  12. bsq
    14 aprile 2009 alle 11:27

    Non ne ho idea.
    ciao

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: