Home > campagna elettorale, italia > Il baro, Mills e Sky (e il cinema americano)

Il baro, Mills e Sky (e il cinema americano)

Berlsusconi, lo riconosciamo tutti, è un vero rivoluzionario.
Se a lui una norma, una consuetudine, una pronuncia della Corte Costituzionale, il bon-ton, il Regolamento della Camera, una Legge della Repubblica non piace, non attiva un noioso procedimento di revisione, lui la cambia, e se non glielo permettono lamenta un difetto di libertà personale. Questo è l’uomo.

Che barba, che noia, che grigiume questi comunisti fissati con la Costituzione, con le Leggi… Aria nuova, pulizia!
E questi Magistrati! I più rompipalle di tutti. Oltretutto, comunisti pure loro, anzi, loro prima di ogni altro.

E’ un uomo falso e disperato.
Oggi a Sky se n’è uscita (leggo su Repubblica) con una delle sue: "Mills non lo conosco. I soldi glieli ha dati Attanasio (cavallo vanesio?)".
Immagino che i comunisti di turno, leggi i giornalisti che lo intervistavano, lo abbiano prontamente bloccato.
In un film americano… ecco che bello sarebbe qualche volta se la vita fosse come nei film americani.

Cabina di regia – interno illuminato

REGISTA: Cazzo sta dicendo? Vai sulla uno.
AIUTO-REGISTA (carina, 28 anni, cazzuta): Sta sudando.
REGISTA (al conduttore, via radio): Tom, fallo parlare su questa roba.

STACCO
Studio televisivo – interno illuminato

GIORNALISTA (tom): Presidente, lei dice di non aver mai conosciuto l’avvocato MIlls.
BERL.: Certamente. Ho fatto delle indagini difensive e ho dei documenti che dimostrano in maniera inconfutabile che nè io nè Mediaset abbiamo a che fare con il caso Mills. I soldi all’avvocato inglese sono stati versati da Diego Attanasio, persona che non ha niente a che fare con Mediaset e con me

STACCO
Cabina di regia – interno illuminato

REGISTA (a un colalboratore): Allora?
COLLABORATORE (giovane, pelato, davanti a un PC): U-hmm.
AIUTO-REGISTA: Non puoi metterci una vita!
(Il collaboratore alza lo sguardo sopra le lenti degli occhiali e non risponde. L’aiuto-regista è imbarazzata da quello sguardo, arrossisce, tra loro c’è una storia complicata).

STACCO
Studio televisivo – interno illuminato

GIORNALISTA: Vuole essere più chiaro?
BERL: I miei legali hanno chiesto ai giudici di svolgere una rogatoria alle Bahamas, ma la Procura di Milano ha rifiutato di esperire gli accertamenti. Ovviamente.

STACCO
Cabina di regia – interno illuminato

ASSISTENTE: "Ci sono."
RAGISTA: Spara.

STACCO
Studio televisivo – interno illuminato
Il giornalista annuisce senza farsene accorgere, mentre B. parla parla parla….

STACCO
Cabina di regia – interno illuminato

REGISTA: Stai stretto su Berlusconi. Sentimi bene: E’ il pm Fabio De Pasquale che parla, ok? dice che «dalle indagini effettuate è risultato che strutture di trust aventi come beneficiario Attanasio o altri clienti di Mills (Marcucci e Briatore) sono state usate, senza il consenso degli aventi diritto, per mascherare la riconducibilità a Mills delle somme di denaro ricevute da Berlusconi».

STACCO
Studio televisivo – interno illuminato

Si sente la voce del regista dentro l’auricolare, inquadrato in PPP.
REGISTA: Hai capito?
BERLUSCONI: La mia è una denuncia gravissima dell’ennesimo uso politico della giustizia tutta tesa a gettare discredito e destabilizzare e attaccare il governo italiano".
REGISTA: Senti qua: al pm «appare ragionevole ritenere che il passaggio dei 2 milioni di dollari alle Bahamas non sia altro che il primo degli innumerevoli travestimenti del denaro ricevuto da Mills a titolo corruttivo».
GIORNALISTA: Ma presidente…
BERL.: Eh? Come?
GIORNALISTA: Presidente, i giudici sapevano benissimo che i soldi provenivano da un conto di Attanasio, ma che questi era stato utilizzato a sua insaputa…
BERLUSC. :E lei crede a quello che dicono i giudici di Milano? Beata ingenuità…

STACCO
Cabina di regia – interno illuminato

REGISTA "I soldi a Mills, infatti, arrivano sicuramente dal trust bahamense del suo cliente Attanasio — che però il giorno del bonifico non poteva disporlo essendo in carcere a Salerno".

STACCO
Studio televisivo – interno illuminato

GIORNALISTA: Ma presidente, come faceva Attanasio a disporre un bonifico se in quei giorni stava in carcere?
BERL.: Come in carcere? Chi glielo ha detto?
REGISTA: Per di più Attanasio in passato aveva rilasciato a Mills fogli in bianco prefirmati per la gestione dei suoi affari, e che ha smentito Mills (al pari di Marcucci e Briatore) su alcune operazioni che ha scoperto essere state effettuate a sua insaputa.
GIORNALISTA: Le carte processuali, presidente. E ancora: Attanasio ha dichiarato di aver in passato firmato carte in bianco a Mills per la gestione dei suoi affati e ha poi scoperto che alcune operazioni dai suoi conti alle Bahamas erano stati fatti a sua insaputa.
BERL All’insaputa di chi? Ma mi faccia il piacere! Comunista! Anche lei, anche Murdoch, anche Sky, tutti, tutti coglioni!

Mi sa che non è andata proprio così.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: