Home > sogni, testi > Spleen mattutino

Spleen mattutino

Stamattina la luna piena brillava proprio davanti al balcone della cucina. Una cosa insolita.
Il termometro segnava 2 gradi. C’era un leggero vento da nord: lo vedevo dal fumo della canna fumaria del panettiere. Avrei trovato il ghiaccio sui vetri della macchina. Ho preparato una bottiglia d’acqua tiepida, ho fatto colazione e sono andato a lavarmi.
Ho pensato a un sogno che avevo fatto. Avevo un avambraccio enorme, come gonfio. Lo notavo per la prima volta. Ero salito sull’ambone, in una chiesa che non riconoscevo, per leggere la seconda lettura. San Paolo, credo. Tornato al posto mi sono seduto e da lì ho potuto rivedere la scena: sull’ambone c’ero di nuovo io, con questo strano avambraccio grasso.  La cosa mi incuriosiva: che strano, non me n’ero mai reso conto, dicevo. Ma davero sono fatto così? Davvero bizzarro.

Annunci
Categorie:sogni, testi
  1. 16 dicembre 2005 alle 21:11

    interessante

  2. 27 dicembre 2005 alle 10:31

    tipo braccio di ferro
    ma con un braccio si e uno no
    gonfio intendo

  3. utente anonimo
    27 dicembre 2005 alle 15:38

    sì, Duscamp. Precisamente.
    ciao

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: